Now Reading
ZANZIBAR: tutti i consigli pratici e le cose che hai bisogno di sapere prima di partire

ZANZIBAR: tutti i consigli pratici e le cose che hai bisogno di sapere prima di partire

zanzibar consigli

VIAGGIO A ZANZIBAR CONSIGLI

  1. Viaggiare a Zanzibar è sicuro?
  2. Quando andare a Zanzibar?
  3. Organizzare da soli o con un’agenzia?
  4. Ci sono vaccinazioni obbligatorie?
  5. Quali sono la lingua e la moneta ufficiali?
  6. Quanti giorni sono necessari per visitare Zanzibar?
  7. Auto a noleggio: sì o no?
  8. Qual è la zona migliore dove soggiornare?
  9. Come spostarsi a Zanzibar?
  10. Quali sono i documenti fondamentali?
  11. Connessione dati, WiFi e prese elettriche
  12. E’ economico viaggiare a Zanzibar?

Prima di partire per Zanzibar ho cercato sul web tantissimi consigli pratici e indicazioni che potessero tornarmi utili una volta arrivata là, al fine di evitare qualsiasi imprevisto e godermi al meglio l’esperienza.

Ecco perché ho deciso di creare questo post riassuntivo con tutte le informazioni necessarie per un soggiorno in questa bellissima terra africana, una sorta di “guida definitiva” che spero possa esservi d’aiuto!

Quale zona scegliere, come spostarsi, quali sono i documenti necessari, come organizzare il proprio itinerario, dove acquistare una sim card, quando partire: questi sono solo alcuni dei quesiti a cui risponderò in questo post sui consigli per un viaggio perfetto a Zanzibar!

Non vi resta che proseguire nella lettura!

Viaggiare a Zanzibar è sicuro?

La risposta sovviene immediata: assolutamente sì!

Quest’isola non è infatti menzionata come destinazione a rischio nelle raccomandazioni ai viaggiatori attualmente pubblicate dal governo francese.

Abbiamo visitato molti posti in Italia e nel mondo e raramente ci siamo sentiti così tranquilli in terra straniera.

Il nostro hotel si trovava in una zona nemmeno troppo centrale e per rientrare, la sera dopo cena, dovevamo percorrere dei tratti di strada a piedi, al buio. Non abbiamo mai avvertito alcuna sensazione di pericolo o disagio.

Anche nella città principale, Stone Town, super trafficata e piena zeppa di persona, il clima era molto disteso e tranquillo.

Ovviamente occorre sempre avere un occhio vigile per qualsiasi evenienza (soprattutto nel cambio della valuta o nel rischio di piccoli forti legati ad oggetti incustoditi), ma dopotutto questa è buona norma ovunque noi possiamo trovarci!

Quando andare a Zanzibar?

Il periodo migliore per visitare Zanzibar è senza dubbio quello che corrisponde alle cosiddette “stagioni secche“, le quali cadono, rispettivamente, dalla metà di Dicembre fino alla metà di Marzo e da Giugno fino a Ottobre.
In questi due periodi dell’anno troverete un clima eccezionale fatto di sole, temperature calde e clima secco.

Organizzare da soli o con un’agenzia?

Tra tutti, forse questo è il consiglio più importante che posso darvi per quanto riguarda il vostro viaggio a Zanzibar.

Noi abbiamo consultato i preventivi di alcune agenzie e, successivamente, abbiamo iniziato a buttare giù un itinerario di viaggio valutando voli, hotel e attività da fare in loco.

Organizzare un viaggio nell’isola di Unguja è semplice, troverete facilmente voli diretti ed essendo l’isola non così ampia, non riscontrerete difficoltà nel pianificare escursioni o esperienze (risparmiando parecchio!).

Tra i nostri consigli relativi ad un soggiorno a Zanzibar c’è quello di fare da sé ed evitare l’opzione All Inclusive: quasi sicuramente vi ritroverete fuori nell’orario di pranzo causa escursioni (che spesso comprendono il pranzo nella quota), giornate intere in spiaggia ecc., per cui si rivelerebbe una spesa inutile.

Ci sono vaccinazioni obbligatorie?

L’unica vaccinazione obbligatoria per Zanzibar è quella contro la febbre gialla, ma tale obbligo vale solo se si proviene da zone infette.
NON vi riguarda se state partendo dall’Italia.

zanzibar consigli

Quali sono la lingua e la moneta ufficiali?

La lingua ufficiale di Zanzibar è lo Swahili, nota anche come “Kiswahili”, ma in Tanzania si parlano centinaia di dialetti.

A fine viaggio avrete senza dubbio imparato svariati termini, dopo averli ascoltati centinaia di volte! Tra questi: Jambo (ciao!), Hakuna Matata (non c’è problema), Karibu (benvenuto), Pole Pole (piano piano), Habari gani? (come stai?), Asante sana (grazie mille) ecc.

Per quanto riguarda la moneta, invece, troverete lo scellino tanzaniano. Fortemente raccomandato il pagamento in moneta locale, risparmierete moltissimo!

Quanti giorni sono necessari per visitare Zanzibar?

Noi abbiamo organizzato un viaggio di 11 giorni (10 notti).

Col senno di poi rifaremmo la stessa scelta, poiché abbiamo potuto girare l’isola in lungo e in largo, fare molte attività ed escursioni e goderci alcune giornate di totale relax in spiaggia senza programmi: un mix perfetto per tornare a casa con la consapevolezza di aver fatto tutto ciò che era in programma senza stressarci troppo!

Chi mi conosce lo sa: quando viaggio ho bisogno di vedere e fare più cose possibili e quando i tempi sono molto stretti finiscono con lo stressarmi o col tornare insoddisfatta.

In questo caso, invece, sono pienamente soddisfatta del mio viaggio! Qualora 11 giorni possano sembrarvi troppi, vi consiglierei 9 giorni, ma non di meno.

Auto a noleggio: sì o no?

Sconsigliamo vivamente il noleggio di un auto a Zanzibar!

Prima di partire avevamo dei dubbi in merito, poiché quando viaggiamo ci piace muoverci in libertà ed esplorare senza limiti di tempo le varie zone. Una volta lì, però, ci è stato subito chiaro che la scelta di affidarci ai mezzi di trasporto locali (taxi specialmente) è stata quella più saggia!

La guida a Zanzibar è SPERICOLATA, oltre ad essere a sinistra. Le strade sono per lo più prive di segnaletica, poco illuminate e piene zeppe di dossi e buche spesso invisibili.

Inoltre, ai bordi della carreggiata ci sono sempre tantissime persone e bambini!

Qualora però voleste noleggiare un’auto, potrete trovarla ad un costo che va dai 10 ai 15 euro al giorno!

Qual è la zona migliore dove soggiornare?

Questa è forse la domanda più soggettiva fra quelle proposte relative ai consigli per un viaggio a Zanzibar, per godervi un soggiorno perfetto sulla base delle vostre esigenze.

Premesso che ogni costa zanzibarina ha le sue caratteristiche, noi abbiamo scelto di dare maggiore rilevanza alle spiagge e al mare, motivo per cui l’hotel che abbiamo prenotato si trovava al nord, più precisamente a Nungwi.
Qui le spiagge sono meravigliose, il mare cristallino e balneabile e, soprattutto, il fenomeno delle maree è quasi inesistente; inoltre in questa zona sono presenti molti ristoranti, bar e negozi di souvenir.

Anche le coste Est e Sud hanno delle spiagge meravigliose, ma i fenomeni di marea sono più frequenti e intensi. Qui troverete una pace assoluta e potrete fare lunghissime passeggiate sulle lingue di sabbia che si creano.

zanzibar consigli

Come spostarsi a Zanzibar?

Come vi ho già anticipato, avendovi sconsigliato il noleggio di un’auto, non resta che affidarsi ai mezzi di trasporto locali, o sarebbe meglio dire ai taxi con autisti locali.

Se organizzate delle escursioni, avrete il transfer che verrà a prendervi e vi riporterà direttamente in hotel.

Tenete conto che tutto o quasi tutto ha sede a Stone Town, quindi le strade principali la collegano alle varie zone “turistiche” sulle coste.

Imprescindibile, a nostro avviso, il transfer dall’aeroporto alla struttura in cui soggiornerete: potrebbe non essere così semplice appena arrivati orientarsi e capire come arrivare al luogo di destinazione!

See Also

zanzibar consigli

Quali sono i documenti fondamentali?

Per viaggiare a Zanzibar è necessario il passaporto con almeno sei mesi di validità residua.

Inoltre, per i visitatori con cittadinanza italiana (o di un altro paese con cui la Tanzania ha accordi bilaterali), è necessario il visto.
Esistono diverse tipologie di visto, quello di cui avrete bisogno per la vostra vacanza è il cosiddetto “Ordinary Visa” e potrete ottenerlo in due modi:

In ogni caso per avere maggiori informazioni chiamate gli organi competenti o visitate i siti istituzionali di riferimento.

Connessione dati, WiFi e prese elettriche

Appena arrivati in aeroporto, troverete diversi stand con ragazzi che vendono sim card: non fatevi convincere!

I prezzi di una sim card con pochi GB vi verrà venduta a peso d’oro, ad un prezzo tre volte superiore a quello che potrete trovare a Stone Town o in qualsiasi villaggio soggiornerete.

Noi l’abbiamo acquistata a Nungwi in un negozietto al costo di €20 per 16GB (che ci sono comunque bastati per l’intera vacanza di 11 giorni con un uso intenso!).

La maggior parte degli hotel, dei ristoranti e dei bar è munita di wifi, quindi tranquilli, in quanto a copertura dati Zanzibar non è per niente male.

La corrente è a 230V con prese di tipo D e tipo G; è quindi necessario utilizzare un adattatore.

E’ economico viaggiare a Zanzibar?

Un viaggio a Zanzibar non è molto dispendioso.
Ovviamente, come ogni viaggio, ciò dipende da molteplici fattori: ciò che ci si aspetta da una vacanza, le pretese che si hanno, i servizi richiesti, il periodo in cui si sceglie di andare, le escursioni/attività che si organizzano e tanto altro.
Il volo è ovviamente la spesa che più incide nel budget totale e a seguire troviamo l’alloggio.

Tolti questi due elementi significativi, diciamo che mangiare fuori a Zanzibar è abbastanza economico (circa 30-35€ in due a pasto, ma ricordatevi sempre di pagare con la moneta locale perché risparmierete sempre anche quei 3-4€), mentre le escursioni guidate potrebbero alzare di parecchio la spesa finale: dovete fare attenzione ai portali online in cui prenotarle, poiché molte hanno dei costi davvero eccessivi!

Ecco perché consigliamo di contattare direttamente tramite instagram le pagine dei tour operator locali (affidandoci a recensioni) o prenotare direttamente in loco (ancora meglio perché riuscirete a contrattare molto!).

zanzibar consigli

Spero tanto che questa guida su tutti i consigli per il vostro viaggio a Zanzibar vi sia tornata utile, io ne avrei tanto avuto bisogno prima di partire! 🙂

Fatemi sapere nei commenti!

LEGGI ANCHE:

ZANZIBAR: 3 cose che ho amato e 3 cose che ho detestato

NAKUPENDA: escursione in una delle isole più belle di Zanzibar

Rasiglia, la piccola Venezia umbra: alla scoperta del borgo dei ruscelli

Marine Dream: un’esperienza di lusso per vivere Procida dal mare

What's Your Reaction?
Angry
1
Don't like
0
Excited
1
In Love
2
Not Sure
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2020 Live in Beauty Blogzine by Valentina Madonia. All Rights Reserved.

Scroll To Top