martedì 24 aprile 2018

Riflessologia plantare e delle mani: ecco i benefici di un massaggio nei punti giusti

Chissà quante volte avrete sentito parlare di riflessologia plantare; molti pensano che si tratta di un semplice massaggio ai piedi, in realtà, dietro questo termine c’è molto di più. La riflessologia plantare è una scienza antichissima che si basa sulla tradizione medica cinese ed egizia e risale a più di 4000 anni fa.
Ma di cosa si tratta? E quali sono i reali benefici della riflessologia plantare? Ecco cosa c’è da sapere su questa terapia naturale.

Riflessologia plantare: la mappatura dei nostri organi

Secondo la riflessologia, la pianta del nostro piede è una sorta di mappatura di tutto il corpo; quindi è come dire che ad ogni punto del piede corrisponde una parte specifica o un organo del corpo umano. Attraverso la pressione che il massaggiatore produce su determinati punti, così possiamo ottenere benefici agli organi interessati.
Scientificamente possiamo dire che la pianta del piede è collegata al resto del corpo attraverso delle terminazioni nervose che passano per la colonna vertebrale. 
La pianta del piede è dunque divisa in tante aree circoscritte, ognuna delle quali ha una corresponsione, che se accuratamente stimolata produce effetti positivi e negativi; questo è il primo dei motivi per cui, la riflessologia plantare e quindi il massaggio al piede deve essere eseguito solo da mani esperte e non può essere improvvisato da chiunque.

La riflessologia plantare, una tecnica molto ricercata
Attualmente la riflessologia plantare è una tecnica considerata molto efficace per migliorare il benessere psico-fisico del corpo ed è oggetto di numerosissimi corsi per massaggiatori. Un terapista che si rispetta, prima di iniziare il trattamento deve capire quali sono i problemi o i dolori che avverte il paziente e solo successivamente lavorare sulle parti della pianta del piede che corrispondono. 
Il massaggio deve essere effettuato con una certa pressione, in modo da rilasciare energia a tutto il corpo; attraverso questa energia si attivano anche le endorfine, sostanze benefiche che diminuiscono il dolore e lo stress.

La riflessologia: un massaggio anche per le mani
Di solito quando si parla di riflessologia plantare si immagina sempre il massaggio alla pianta del piede, invece lo stesso può essere fatto anche al palmo delle mani, producendo notevoli benefici, per la cura dell’ artrite, del mal di testa, della sindrome premestruale e anche un benessere mentale.
Alcuni studi hanno dimostrato come il massaggio in alcuni punti della mano, facesse sopportare meglio addirittura il dolore del travaglio, accelerandone il parto. Come per il piede, anche qui è importante conoscere bene i punti della mano e sapere a quali organi corrispondono; la pressione esercitata deve essere notevole, tale da procurare un leggero dolore che in realtà di traduce in un effetto benefico, ovvero nel rilascio di energia positiva. 

Nessun commento

Posta un commento