martedì 16 settembre 2014

Panasonic, Nanoe Hair Straightener EH-HS95-k - Review


Continua la mia avventura con Panasonic!
La settimana scorsa vi ho presentato il Nanoe Hair Dryer EH-NA65-K, un phon eccezionale col quale, se avete letto la recensione, avrete di certo capito che mi sto trovando davvero bene ed oggi continuiamo con un altro prodotto, sempre adatto allo styling dei capelli, la nuova piastra EH-HS94-k dotata anch'essa della tecnologia Nanoe.
Nella recensione del phon vi avevo descritto, in breve, cos'è esattamente il Nanoe che caratterizza i nuovi prodotti di bellezza Panasonic.
Nel caso non l'aveste letta, vi illustro anche qui cos'è e come agisce questa tecnologia, sperando di essere il più chiara possibile.
Il Nanoe viene caricato con particelle molto fini d'acqua, che si generano applicando l'alta tensione per rompere l'acqua. Esso è invisibile ad occhio nudo, avendo un diametro inferiore a 1/100 del vapore.
In genere, i capelli hanno delle proprietà che facilitano la carica positiva con l'elettricità e proprio queste proprietà attraggono Nanoe che andrà a penetrare nei capelli umidi, rendendoli più acidi e mantenendoli forti, elastici e sani.


Appartenendo alla medesima linea, la scelta cromatica di questa piastra è la stessa del phon, quindi molto femminile, vivace ed elegante.
Allora inizio col dirvi che sono una piastra-dipendente.
Avendo dei capelli "indefinibili" (una via di mezzo tra niente e il nulla), ahimé quello di uscire dalla doccia e lasciare che i capelli vengano asciugati dal vento rimarrà un sogno lontano ed irraggiungibile, per cui sono sempre alla ricerca di strumenti validi e professionali per tentare di dare un senso a questa chioma che mi ritrovo in testa.
Con mio grande stupore, il phon Panasonic è stato il primo asciugacapelli a permettermi di ottenere dei capelli accettabili (anche bellini dai, voglio essere buona con me stessa oggi) semplicemente con la piega phon/spazzola.
Di solito invece senza una passata di piastra non mi viene nemmeno in mente di uscire di casa!
Ero quindi curiosissima di provare l'accoppiata phon + piastra, entrambi dotati della tecnologia Nanoe.
5 sono le temperature tra le quali potete scegliere, da circa 150°C a circa 200°C e vi assicuro che la massima temperatura viene raggiunta in pochissimo tempo.
Mi piace il desing del prodotto, curato e moderno.
La temperatura scelta si illumina nel display a LED e smette di lampeggiare fino al momento in cui si ottiene la temperatura desiderata.


Passando la piastra più volte alla settimana ormai ho acquisito rapidità e dimestichezza con questo strumento e ciò che consiglio a tutte coloro che la utilizzano è di avere pazienza e suddividere le ciocche dei capelli, partendo da quelle più basse (nella zona della nuca) e salendo via via verso l'alto, così da ottenere un bell'effetto omogeneo e soprattutto duraturo.
Allora posso dirvi che provando questa piastra Panasonic ho potuto constatare un elemento positivo ed uno negativo.
Partiamo dal primo, che riguarda il risultato finale.
A fine trattamento il capello appare idratato, lucente e l'effetto lisciante mi piace molto, perché i capelli non prendono le sembianze "spaghetto", al contrario il risultato è naturale quanto stabile.
Di negativo c'è invece che a mio parere occorre un po' troppo tempo per passare la piastra su tutta la testa poiché probabilmente a causa del nanoe che lo umidifica un po', il capello impiega più tempo a lisciarsi completamente.
Consideriamo comunque che proprio grazie al nanoe otteniamo gli effetti elencati sopra, per cui diciamo che in questo caso il gioco VALE la candela!
La durata è molto buona, non ho notato arricciamenti sospetti o capelli elettrici anche in caso di umidità abbastanza elevata, per cui mi sento tranquillamente di consigliarvi questa piastra Panasonic.
Non dimentichiamo che una piastra può essere utilizzata non solo per lisciare, quanto per fare boccoli o capelli leggermente più mossi.
Non sono solita fare questi tipi di "esperimenti" su me stessa, preferisco affidarmi alla parrucchiera per evitare situazioni spiacevoli, ma per potervene parlare, una volta l'ho utilizzata in sostituzione al ferro arricciacapelli.
Io che non sono così pratica nell'utilizzare le piastre al di fuori della loro funzione base, posso dirvi di aver creato dei boccoli deliziosi, ben definiti e sorprendentemente stabili (con l'aiuto di parecchia lacca, si intende).
Tutto questo non fa altro che convincermi ancor di più dell'ottimo lavoro di Panasonic nella creazione della sua nuova linea bellezza.



*PR Sample

3 commenti

  1. E' la prima volta che "ti leggo" e trovo i tuoi post davvero gradevoli e dettagliati! Mi interessa moltissimo questo prodotto perchè, anche se ultimamente tendo ad evitarla, ho sempre in mente di acquistare una buona piastra per capelli, che non li rovini e che sia ipertecnologica ... proprio come questa! Ma è già in commercio? Sai quanto costa?

    RispondiElimina
  2. Ciao, io ho i capelli ricci e ho rinunciato al liscio da un pezzo.... ho provato la piastra e tutti i tipi di stiratura dal parrucchiere.... appena esco diventano subito crespi....:( peccato...

    RispondiElimina
  3. occhi a cuore per me...da provare...anche io ho i capelli ricci...magari funziona bene con i miei...e poi è troppo fashion...carinissima

    RispondiElimina