mercoledì 12 marzo 2014

L'Occitane, Angélique Fonte Naturale di Bellezza - Preview



Grazie a un’innovativa combinazione di due brevetti depositati dai nostri laboratori di botanica, la linea all’Angelica sfrutta gli effetti benefi ci di questa pianta della Provenza.
Disseta la pelle e la nutre profondamente. La pelle rinasce, appare più luminosa, liscia e rimpolpata. Scoprite il secreto di bellezza dell’angelica…

Nel 2010 L’Occitane scopre e brevetta una formula che combina due estratti dalla radice di angelica della Drôme. 
L’acqua di angelica biologica aumenta la circolazione dell’acqua nelle cellule dell’epidermide stimolando la produzione di acquaporine. 
L’olio essenziale di angelica biologica contribuisce a proteggere la pelle dai radicali liberi e a migliorarne l’elasticità.
Nel 2014 i laboratori L’Occitane scoprono e brevettano l’eccezionale potere nutriente della polvere dei semi d’angelica. 
L’estratto derivato da questi semi stimola la produzione di versican - una molecola che provvede a ripristinare e a mantenere l’idratazione, quando i normali livelli di idratazione della pelle si abbassano. 
Le molecole di versican hanno una funzione regolarizzante, ciò permette di mantenere a lungo un livello equilibrato di idratazione.


Crème Radieuse 50ml (€33,00)
Arricchita con estratto di semi di angelica, questa crema garantisce un’idratazione a lunga durata (48H*). 
Aumenta la naturale idratazione della pelle, ha un effetto rivitalizzante e protettivo, aiuta infatti la pelle a combattere lo stress causato dai fattori ambientali. 
La sua texture fresca e cremosa è un piacere unico: più radiosa, liscia e soda, la pelle non riesce a resistere a questa confortevole freschezza che le ridona una naturale luminosità..



Gel Radieux 50ml (€29,00)
Per un’idratazione immediata e intensa.
Ideale per le pelli normali e miste, questo gel acquoso viene assorbito istantaneamente dalla pelle, nutrendola e donandole freschezza, luminosità dall’alba al tramonto. (24 ore di idratazione*).



In vendita a partire dal 14 Maggio 2014.


Nessun commento

Posta un commento