lunedì 20 gennaio 2014

L'Artisan Parfumeur, Le Printemps e L’Été Candles - Preview


Dopo il successo delle prime due candele lanciate lo scorso anno, L’Artisan Parfumeur presenta le ultime creazioni della Collezione Grasse: le candele Le Printemps e L’Été. Presentate in uno stupendo vaso artigianale di ceramica, con una rifinitura di argento invecchiato, le candele della Collezione Grasse sono
dei veri e propri oggetti del desiderio.

Lavorando ancora con il rinomato profumiere di Parigi Vincent Schaller, L’Artisan Parfumeur ha cercato di catturare lo spirito delle stagioni a Grasse e nel suo entroterra: un mitico e magico posto nel Sud della Francia, tra le montagne ed il Mar Mediterraneo.

Le Printemps (primavera)
La primavera nella campagna di Grasse è ricca di profumi aromatici; la natura rinasce dopo il freddo inverno, il sole comincia a riscaldare il terreno e soffia un leggero vento temperato che porta con sé i profumi della nuova stagione.
Questo bouquet aromatico di alloro, rosmarino, lentischio e timo, evidenziato da una nota fresca e speziata di stella d’anice, ricorda il modo rilassato di vivere in Provenza.
Con la candela Le Printemps, L’Artisan Parfumeur porta l’autentica natura di questa regione, nella vostra casa.



L’Été (estate)
L’Été ci porta nella campagna di Grasse quando la natura è al suo massimo splendore. I fiori sono in piena fioritura e inondano il paesaggio con i loro meravigliosi profumi. Ci si riesce ad immaginare circondati dai fiori sulla terrazza di una villa meravigliosa che sovrasta il mare, con il sole che riscalda la
pelle.
L’ estate de L’Artisan Parfumeur è ricca di colori, luminosa e piena di gioia. Questa nuova candela brucia con frizzanti note di Neroli, Limone e, soprattutto, gelsomino, che in estate diffonde la sua fragranza calda e morbida nelle ventilate strade di Grasse. Alla fine arriva un pizzico di miele provenzale, ricordo di una giornata di sole.


Questa candele saranno disponibili da Marzo 2013 in 2 formati:
200 gr: € 60.00
1.5 kg: € 230.00


Nessun commento

Posta un commento