martedì 15 ottobre 2013

Chanel N°5 Nuova Campagna Pubblicitaria!



C’era una volta la donna più desiderata del XX° secolo…
Incarnazione della femminilità, diva dall’intelligenza istintiva, Marilyn sapeva che nel 1921, a proposito del N°5, Mademoiselle Chanel aveva dichiarato : 
«Voglio un profumo da donna dal profumo di donna»?
Questa icona della sensualità non poteva quindi non appropriarsi dell’audace fragranza.
Ieri il mondo era infiammato dalla leggenda secondo cui questa donna libera e seducente per dormire e come unico indumento, indossava solo alcune gocce di CHANEL N°5. La sua candida dichiarazione d’amore per il più femminile dei profumi la si poteva leggere, nero su bianco, nell’articolo che accompagnò la sua prima copertina su Life Magazine del 7 agosto 1952 : « Marilyn, what do you wear to bed ? So I said I only wear CHANEL N°5. » *
Oggi il mito diventa realtà : la Maison CHANEL, esplorando gli archivi della star, ha scoperto una registrazione inedita che conferma le parole di quell’ambasciatrice spontanea.
Nel 1960, Georges Belmont, caporedattore di Marie-Claire **, intervista la protagonista del film « Facciamo l’amore » (« Let’s make love ») di Georges Cukor. 
Marilyn, con estrema spontaneità, conferma la sua dichiarazione d’amore per il N°5 : «Spesso mi fanno delle domande…Per esempio : «Cosa indossa per andare a letto? Un pigiama? La parte sotto del pigiama? Una camicia da notte? Allora rispondo : «CHANEL N°5», perché è la verità! Capisce, non voglio dire «nuda». Ma è la verità.»
Vibrante, innocente e libera, la sua voce va così a iscriversi nell’inconscio collettivo universale. Testimonianza sconvolgente. Estrema seduzione. Grande emozione.
Grazie a questa dichiarazione e a questa foto di Ed Feingersh *** che la immortala con il flacone del N°5, Marilyn ha definitivamente consacrato il N°5 come il profumo della femminilità eterna…
Questa campagna pubblicitaria sarà diffusa quest’autunno su stampa e TV.
* «Marilyn, cosa indossa per andare a letto ? Allora ho risposto che indosso solo CHANEL N°5.»

** © Marie Claire 1960
*** © Michael Ochs Archives / Getty Images

Nessun commento

Posta un commento